Compagnia di teatro Sergio Procopio: proposte didattiche a Norme Covid

0
(0)
image_pdfimage_print

Compagnia di teatro

Sergio Procopio

Esperti dello spettacolo didattico da oltre quarant’anni

 

 

La crescita riprende ecco le

proposte formative scolastiche 20/21

 

Gentilissimo Dirigente scolastico e docenti,

alla luce di quanto è accaduto con il Covid 19 e delle nuove esigenze di

distanziamento all’interno della scuola siamo qui a proporvi dei percorsi

che possono aiutare i giovani a riprendersi i propri spazi, di socialità,

creatività e gioia di cui non possono fare meno per la crescita.

Poter condividere con i compagni un momento di “Gioia intelligente” che aiuta a

sorridere, pensare ma senza lasciarsi sopraffare dalla negatività

è diventato necessario.

 

Ogni proposta qui sotto elencata è portavoce di un messaggio educativo che viene

proposto ai giovani con dolcezza e allegria, riuscendo così a smuovere le coscienze.

Nei nostri spettacoli il silenzio fa da padrone e aiuta a crescere e incuriosire;

girando il mondo ci siamo accorti che il silenzio è la musica del mondo.

 

Le troppe parole sono come un rumore assordante,

le apparecchiature tecnologiche che abbiamo costruito sono distrazioni

di massa e l’uomo fatica a trovare la propria strada.

 

E se è vero (come è vero) che l’apprendimento passa soprattutto attraverso l’esperienza,

gli spettacoli che vi proponiamo rappresentano

una vera e propria esperienza Unica, Originale e Irripetibile.

 

N.B. Gli spettacoli che vi proponiamo si possono effettuare a piccoli gruppi da 50

o 100 alunni e all’interno della vostra scuola in spazi non convenzionali, come

palestre, saloni, auditorium ecc. mantenendo la distanza di sicurezza

 

I laboratori teatrali fatti di espressione e creatività si possono svolgere anche

per classi con un numero basso di alunni e a distanza di sicurezza.

 

 

Per maggiori informazioni telefonate senza impegno al Cell. 380.52.52.684

Giriamo tutta l’Italia ma la sede operativa è in via genico 2 22010 Musso (Como)

 

 

L’uomo e il mare di Plastica regia Carlo rossi

Per riflettere sui cambiamenti climatici

Uno spettacolo che parla dell’uomo, quell’uomo che messo di fronte all’immensità

e alla bellezza della natura non capisce il suo ruolo di custode e ne fa scempio.

Lo spettacolo è una avventura in alto mare fatta di creatività, improvvisazione e fantasia

che passa attraverso uno dei più grandi romanzi di tutti i tempi “il vecchio e il mare di Ernest Hemingway “

il tutto senza parole ma con la potenza del silenzio ove nessuno

può tapparsi le orecchie talmente è assordante.

Il divertimento, l’emozione e la meraviglia sono l’insieme di ciò che si vive durante lo spettacolo

 

Il Bullo

Il bullismo, l’abbandono scolastico, l’illegalità e il femminicidio

“Il bullo” racconta la vita di un pregiudicato che ha scelto l’illegalità,

l’illegalità e i crimini commessi lo hanno infatti condannato a “una vita senza”, fatta di assenze:

di amore, affetti e libertà. Una vita di solitudine, abbandono ed emarginazione.

Attraverso la graduale presa di coscienza del suo protagonista, tra momenti di ilarità e riflessione,

lo spettacolo vuole sensibilizzare su temi importanti come l’abbandono scolastico,

l’associazione a delinquere, il bullismo, l’illegalità e il femminicidio.

La domanda che lo spettacolo lascia agli spettatori è: “L’illegalità è davvero la strada più conveniente?”

 

Le vacanze di Henry Regia Broggini Daniele

Per la giornata della Memoria

Lo spettacolo è la storia di Henry, un uomo “bambino”

che non aveva capito cosa stesse succedendo;

qualcuno gli aveva fatto credere che si andasse in vacanza;

solo più tardi, troppo tardi si accorgerà del luogo della sua destinazione

…Lo spettacolo è divertente e trascinante,

tanto da coinvolgere il pubblico, che, inconsapevolmente,

si ritrova di lì a poco a rivivere il momento dell’olocausto.

L’obbiettivo dello spettacolo è proprio questo: non un’artificiosa ricostruzione della storia,

ma una totale e dolorosa immersione nel passato, anche se per pochi minuti

 

La Grande Guerra Regia Carlo Rossi

Prima Guerra Mondiale

La storia di un soldato, un giovane del 1899, che rappresenta tutti i soldati

che mandati al fronte lasciarono la vita per la patria.

Furono precettati quando non avevano ancora compiuto diciotto anni.

I primi contingenti, 80.000 circa, furono chiamati nei primi quattro mesi del 1917,

e frettolosamente istruiti, vennero inquadrati in battaglioni di Milizia Territoriale.

Alla fine di maggio furono chiamati altri 180.000 ed altri ancora,

ma in minor numero, nel mese di luglio. Ma i primi ragazzi del ’99

furono inviati al fronte solo nel novembre del 1917, nei giorni successivi

alla battaglia di Caporetto. Il loro apporto, unito all’esperienza dei veterani,

si dimostrò fondamentale per la vittoria finale.

  

L’attesa   Regia di Carlo Rossi

Un’ora e mezza di spettacolo senza parole, per ritrovare se stessi

Uno di noi. Uno di noi in una sala d’attesa. Una sala d’attesa come le nostre,

come quelle nelle quali ci tocca attendere qualcosa. In questo caso la chiamata di un volo,

del nostro volo. Uno di noi che aspetta di volare. Volare.

Non è forse il sogno di tutti? Sì, certo, ma quanto c’è da aspettare?

E poi, non avremo dimenticato qualcosa? Il passaporto, lo spazzolino da denti,

la carta d’imbarco… E soprattutto, dove siamo diretti?

Già, perché sarebbe il colmo dimenticare la destinazione, non trovate?

 

 

Mario Memoria Regia Broggini Daniele

Per ricordare le Foibe

Lo spettacolo vuol ricordare le 11.000 persone uccise e gettate nelle Foibe:

nessuna polemica, nessuna caccia ai colpevoli,

solo un attimo per non dimenticare, perché da quei buchi profondi,

freddi e bui il grido del “ricordami” è ancora forte e chiaro.

Racconteremo la vita di alcune delle persone gettate nelle Foibe

dal fondo del buio e cercheremo di aiutare il pubblico

a ricordare per non dimenticare.

 

Corsi di teatro comico espressivo

Il corso è tenuto da un esperto

La pratica del teatro è un‘attività formativa fondamentale poiché tende

ad educare gli alunni alla comunicazione, alla socializzazione e ad esprimersi.

 

 

Informazioni tecniche comuni a tutte le proposte

sopra elencate in Risposta alle nuove norme post-Covid:

 

Gli spettacoli sono messi in scena da un solo attore accompagnato da tecnici debitamente a distanza

Sono fattibili più repliche nella stessa mattinata e/o pomeriggio per piccoli gruppi

Ogni realizzazione didattica è completa di impiantistica a norma di legge

L’evento è realizzabile con minimo di 50 e un massimo di 100 alunni distanziati

Lo spettacolo è attuabile anche in scuola, presso la vostra palestra, salone o teatro

Tutti gli spettacoli sono comici e leggermente impegnati per tornare a ripartire con gioia intelligente

Dopo l’evento è possibile dibattere con l’artista

 

 

Per avere la scheda didattica dello spettacolo scelto Cell. 380.52.52.684

oppure info@sergioprocopio.it

 

Restiamo a disposizione per qualsiasi chiarimento

e porgiamo cordiali saluti saluti

 

 

Per maggiori informazioni telefonate senza impegno al Cell. 380.52.52.684

Giriamo tutta l’Italia, la sede operativa è Musso (Como)

Distinti Saluti

Quanto è stato utile questo post?

Clicca su una stella per valutarla!

Valutazione media 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto finora! Sii il primo a valutare questo post.

Hai trovato questo post utile...

Seguici sui social media!