Museo della Memoria Assisi

 

Egregi Dirigenti,

sono l’ideatrice e curatrice del MUSEO DELLA MEMORIA, ASSISI 1943-1944 che dal 16 maggio è stato trasferito nei locali del Vescovado di Assisi (piazza Vescovado 3) dove avvennero molti dei fatti che portarono alla salvezza di 300 ebrei arrivati in città durante le persecuzioni razziali. Nel nuovo allestimento è presente anche la cappellina di Gino Bartali, il grande campione di ciclismo che collaborò a questa organizzazione clandestina. E’ una pagina di storia, di cultura e di accoglienza unica che ha messo insieme persone tanto diverse che si sono ritrovate unite dal senso di responsabilità e dal valore superiore dell’essere umano che non ha colore, etnia, religione o appartenenza. Questo luogo parla ancora oggi al mondo, alle nuove generazioni perché siano portavoce di umanità e accoglienza contro i ripetuti esempi di intolleranza a cui assistiamo.
Ecco perché abbiamo pensato a diversi progetti, riassunti nell’allegato in oggetto, che hanno lo scopo di aprire alla conoscenza e soprattutto ad avere una coscienza critica i nostri giovani. Ci auguriamo davvero che questo scrigno di storia, esperienza e vita possa essere conosciuto e apprezzato soprattutto nella nostra regione che è sempre stato un bell’esempio di accoglienza a tutti i livelli.
 
Nell’allegato ci sono tutte le informazioni per visitare o partecipare ai nostri laboratori ma innanzi tutto avrei davvero piacere di poter guidare dirigenti e insegnanti alla scoperta di questo luogo straordinario.
 
Restando a disposizione per qualsiasi informazione e sperando di potervi accogliere al Museo della Memoria di Assisi porgo cordiali saluti
 
Marina Rosati
Responsabile “Museo della Memoria, Assisi 1943-1944”
piazza vescovado 3,
06081 Assisi (Pg)
Cell. 3316889431; 3396378067