home bis

Amministrazione Trasparente

La nostra offerta formativa

Scuola dell'InfanziaScuola primariaScuola secondaria di primo gradoIndirizzo Musicale
Scuola dell'infanzia di Montone

Scuola dell'infanzia di Pietralunga
Scuola primaria Montone
Scuola primaria Pietralunga

Scuola secondaria primo grado Montone

Scuola secondaria primo grado Pietralunga

Scuola secondaria primo grado Umbertide

Presentazione indirizzo musicale

La Scuola offre gratuitamente a tutti gli iscritti che lo desiderano la possibilità di poter iniziare lo studio di uno strumento musicale.

E’ dal 2001 che la nostra scuola è entrata a far parte delle scuole di tutta la Regione autorizzate all’indirizzo musicale.

Quattro sono gli strumenti di studio: CHITARRA – FLAUTO TRAVERSO – PIANOFORTE – VIOLINO.

Lo studio di uno strumento musicale si configura come una grande opportunità formativa che permette una conoscenza più completa della musica, come patrimonio storico-culturale, e la padronanza di uno strumento musicale per lo sviluppo di abilità o attitudini espressivo-comunicative spendibili in scelte future. Richiede 2 ore settimanali di lezione in orario pomeridiano – il giorno e l’ora sono concordati con il singolo alunno – di cui un’ora è finalizzata allo studio della teoria musicale e alla musica d’insieme, l’altra è dedicata alla lezione frontale con l’insegnante dello strumento prescelto.

Gli studenti che optano per l’indirizzo musicale avranno l’opportunità di partecipare a concerti o rassegne di carattere locale, o nazionale.

Per tutti gli alunni che scelgono questa disciplina, che per la sua peculiarità ha obbligatoriamente un carattere triennale, è prevista una prova orientativo-attitudinale in ingresso, ai sensi del DM 201/99, e una prova di strumento all’interno del colloquio pluridisciplinare dell’esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione, con la certificazione delle competenze raggiunte alla fine del triennio.

Dall’anno scolastico 2007/2008 sono stati organizzati due corsi ad indirizzo musicale: sezione A con chitarra e flauto traverso e sezione E con pianoforte e violino.

Regolamento

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO
“F.MAVARELLI – G.PASCOLI”

Regolamento dell’indirizzo Musicale

La normativa vigente che regola l’insegnamento dello strumento musicale nella
scuola secondaria di I grado risulta essere il seguente :
-D.M. del 6 agosto 1999 n. 235- Riconduzione ad ordinamento dei corsi
sperimentali ad indirizzo musicale nella scuola media ai sensi della legge
3.05.1999 n. 124 art.11, comma 9

-D.M. del 6 agosto 1990 n. 201- Corsi ad indirizzo Musicale nella scuola Media-
Riconduzione e Ordinamento – Istituzione classe di concorso di “strumento

musicale” nella scuola media.

Il collegio docenti, in conformità alla normativa sopraccitata approva il
seguente regolamento inerente l’immissione degli alunni nelle classi ad
indirizzo musicale:

PREMESSA

L’insegnamento strumentale costituisce integrazione interdisciplinare ed
arricchimento dell’insegnamento obbligatorio dell’educazione musicale nel più
ampio quadro delle finalità della Scuola Secondaria di I Grado e del progetto
complessivo di formazione della persona.
Esso concorre, pertanto, alla più consapevole appropriazione del linguaggio
musicale, di cui fornisce all’alunno una piena conoscenza, integrando i suoi
aspetti tecnico-pratici con quelli teorici, lessicali, storici e culturali che insieme
costituiscono la complessiva valenza dell’educazione musicale; orienta quindi
le finalità di quest’ultima anche in funzione di un più adeguato apporto alle
specifiche finalità dell’insegnamento strumentale stesso. Sviluppare
l’insegnamento musicale significa fornire agli alunni, destinati a crescere in un
mondo fortemente segnato dalla presenza della musica come veicolo di
comunicazione, spesso soltanto subita, una maggiore capacità di lettura attiva
e critica del reale, una ulteriore possibilità di conoscenza, espressione e
coscienza, razionale ed emotiva, di sé.
Obiettivo del corso triennale, quindi, una volta fornita una completa e
consapevole alfabetizzazione musicale, è porre alcuni traguardi essenziali che
dovranno essere da tutti raggiunti. Il rispetto delle finalità generali di carattere
orientativo della Scuola Secondaria di I Grado non esclude la valorizzazione
delle eccellenze.
Art. 1 Il Corso ad Indirizzo Musicale è opzionale. Esso ha la durata di tre
anni ed è parte integrante del piano di studio dello studente e materia degli
esami di stato al termine del primo ciclo d’istruzione. La volontà di frequentare
i corsi di ordinamento ad indirizzo musicale è espressa all’atto dell’iscrizione
alla classe prima.

Art. 2 Il Corso ad Indirizzo Musicale si articola con gruppi di alunni frequentanti
le sezioni A (chitarra e flauto traverso) ed E (pianoforte e violino).
Art. 3 Le lezioni di strumento si svolgono in orario pomeridiano secondo la
seguente organizzazione: lezione singola (primo rientro) e lezione di musica
d’insieme/orchestra (secondo rientro). In prossimità degli appuntamenti che
caratterizzano tale attività si prevede un’intensificazione degli incontri.
Art. 4 L’orario delle lezioni sarà concordato all’inizio dell’anno scolastico in
seguito ad un incontro tra insegnanti e genitori in cui si terrà conto, per quanto
possibile, delle varie esigenze organizzative delle famiglie.
Art. 5 Si accede al Corso ad Indirizzo Musicale previo superamento di una
prova di ammissione orientativo-attitudinale. La Commissione Esaminatrice è
composta dagli insegnanti di Strumento Musicale.
Art. 6 Il numero di alunni ammessi a frequentare il Corso ad Indirizzo Musicale
è determinato tenuto conto delle indicazioni espresse dall’art.2 del D.M.
n°201/1999. Entro la data di scadenza per l’iscrizione alla classe I e fissata dal
MIUR attraverso l’apposita C.M. sarà reso noto il numero di posti disponibili per
ogni classe di strumento musicale relativamente all’anno scolastico successivo.
Art. 7 L’alunno può esprimere all’atto dell’iscrizione l’ordine di preferenza degli
strumenti insegnati nel Corso ad Indirizzo Musicale. Le indicazioni fornite hanno
solamente un valore informativo e orientativo, ma non vincolante.
L’assegnazione dello strumento è determinata dalla Commissione sulla base
della prova orientativo-attitudinale.
Art. 8 Gli esiti della prova orientativo-attitudinale vengono pubblicati all’albo
dell’istituzione Scolastica entro la fine del mese di aprile; entro il mese di
maggio è ammessa rinuncia da parte della famiglia alla frequenza al Corso ad
Indirizzo Musicale.
Art. 9 Ogni alunno frequentante il Corso ad Indirizzo Musicale deve avere uno
strumento musicale personale per lo studio quotidiano. La scuola può valutare
la cessione in comodato d’uso di strumenti musicali di sua proprietà previa
disponibilità.
Art. 10 I libri di testo del Corso ad Indirizzo Musicale sono scelti dagli
insegnanti di strumento sulla base delle caratteristiche di ogni alunno, così da
poter accompagnare i percorsi di apprendimento dei singoli studenti in modo
personalizzato. Ogni alunno dovrà dotarsi del seguente materiale didattico
funzionale allo studio dello strumento, su specifica indicazione del docente: libri
di testo, metronomo/accordatore, leggio, accessori per lo strumento specifico.
L’acquisto di detto materiale è a cura delle famiglie.
Art. 11 La frequenza del Corso ad Indirizzo Musicale prevede lo svolgimento
delle seguenti attività in orario extrascolastico: saggi, concerti, concorsi e
stage. Tali attività, organizzate dalla scuola, potranno richiedere per la loro
realizzazione la collaborazione delle famiglie. I membri dell’Orchestra del Corso
ad Indirizzo Musicale, in sede di esibizione indosseranno una divisa costituita
da pantaloni scuri e maglia rossa con stemma dell’orchestra della scuola.

Comunicazioni e News

NewsComunicazioni FamiglieComunicazioni DocentiOrganizzazione

Archivio NEWS | Archivio COMUNICAZIONI FAMIGLIE | Archivio COMUNICAZIONI DOCENTI